CIVS – Il sindaco dice no, salta la Sillano-Ospedaletto

Come molti di voi già sapranno dalle notizie che circolano in rete e sui giornali, quest’anno la storica salita Sillano-Ospedaletto subirà una battuta d’arresto.

Una gara che si corre da 42 anni, “la salita” per eccellenza del Campionato Italiano. Un evento atteso contornato da un bellissimo paesaggio, tanta festa ed il calore dei numerosi appassionati che accorrono nel paesino in provincia di Lucca.

Ma, quest’anno, tutto cancellato. Sillano non ospiterà il quarto round del CIVS 2014. Una notizia terribile per chi aspettava questa data con impazienza. Ma, oltre al danno, la beffa: la gara era ormai organizzata da tempo, le iscrizioni dei piloti pagate, le trasferte programmate, tutto approvato (come sempre) dall’amministrazione comunale già a metà maggio. Si trattava, però, della precedente amministrazione. Il sig. Roberto Pagani, neoeletto sindaco di Sillano, ha invece optato per il “No”, praticamente all’ultimo minuto.

Le motivazioni sono molteplici: pare che alcuni privati abbiano ritirato la propria disponibilità a concedere i loro terreni per la gara; pare che alcuni abitanti si siano lamentati per il caos e la sporcizia (da notare che, nella notte tra il sabato e la domenica della gara di Sillano, nello stesso luogo si tiene un rave party che nulla ha a che fare con i piloti); pare anche che ci siano ragioni di sicurezza. Ma la documentazione presentata all’amministrazione comunale è la stessa presentata da anni e sempre puntualmente approvata.

Si parla ora di un possibile incontro tra Mauro Zecchi (negli ultimi anni organizzatore della Sillano-Ospedaletto) ed il sindaco Pagani, per cercare un punto di incontro spostando eventualmente la gara a metà settembre o trovando sedi alternative nei comuni limitrofi. Il sindaco ha contestato alcuni aspetti tecnici del progetto, i quali dovranno essere rivisti.

Il punto fermo, però, è che la storica Sillano-Ospedaletto, prevista per il 2 e 3 agosto, non si farà. Con un preavviso vergognosamente minimo. Le motivazioni per il “No” alla gara potrebbero anche essere le più fondate e ragionevoli: ma finché nessuno si preoccupa di esporle con chiarezza, tutto ciò che si può fare è arrabbiarsi e constatare con amarezza che così facendo, in Italia, non si andrà mai da nessuna parte.

 

Riportiamo di seguito il comunicato integrale del Moto Club True Riders, organizzatore della Sillano-Ospedaletto, in merito ai fatti accaduti:

“Relazione relativa alla gara in salita Sillano Ospedaletto 2014 del Moto Club True Riders organizzatore della gara in collaborazione con Polcantosport.
Polcanto 30 agosto 2014
Con il documento pervenuto via fax il 28 luglio 2014 dalla Provincia di Lucca dove si revoca il permesso di chiusura della strada provinciale passo Pradarena si annulla definitivamente qualunque possibilità di recuperare la gara in salita Sillano Ospedaletto in programma il 2-3 agosto 2014, perchè nel documento si evidenzia definitivamente la volontà del Sindaco di Sillano Sig. Roberto Pagani di non far fare la gara, dato che ha annullato il nulla osta del Comune di Sillano rilasciato dal precedente Sindaco Claudio Baisi in data 17 maggio 2014. In pratica già nel mese di giugno, dopo essere stato eletto, il Sindaco aveva manifestato la sua intenzione di non far effettuare la gara e nella riunione svolta in Comune con la Proloco, dopo numerosi rinvii, ha manifestato il suo parere negativo. Addirittura, Mauro Zecchi, organizzatore della gara, è stato accusato di essere un irresponsabile perché organizzava e partecipava alla gara come pilota e la sua frase finale è stata “ qui comando io e lei Zecchi fissi la casa al mare che la gara non si fa”. La società organizzatrice ha presentato i soliti documenti del 2013 mettendosi a disposizione del Sindaco per migliorare alcuni servizi tipo pulizie (effettuate e documentate), maggiore sicurezza con personale specializzato. Mercoledì 16 luglio sul giornale locale La Nazione è uscito un articolo “tutto pronto per la gara” e dopo due giorni il Sindaco di Sillano ha rilasciato una intervista dichiarando che la gara non si fa. Il Moto Club True Riders era pronto a fare una denuncia dato che fino a quel momento la società organizzatrice era in regola con tutti i permessi in attesa della convocazione della Commissione di Vigilanza. Il 21 luglio 2014 si convoca a Lucca la Commissione di Vigilanza e un’ora prima il Sindaco ha presentato un doc. nel quale 2 proprietari confinanti con la strada, che da oltre 40 anni autorizzano l’uso delle aree per il pubblico (da notare che hanno bar ristoro e che a parole hanno sempre gradito che il pubblico fosse posizionato lì) hanno scritto al sindaco di non dare più tale disponibilità. Se il Sindaco avesse sollevato il problema subito bastava spostare tali aree in altro luogo ed il problema era risolto; il fatto di sollevare il problema 10 gg. prima della gara ha dimostrato tutta la sua volontà a non voler fare effettuare la gara dato che non ci sono i tempi tecnici per presentare un nuovo progetto e convocare una nuova Commissione di Vigilanza. Dopo che molti abitanti di Sillano si sono ribellati alla decisione del Sindaco, lui ha tentato di tenere buoni tutti dicendo “se volete facciamola a settembre” per cercare di dare la colpa al Moto Club organizzatore. Se voleva la faceva fare ad agosto e comunque a settembre non viene il pubblico e 20-30% di piloti in meno sono una rimessa di circa 15.000€. Inoltre c’è il problema di avvisare per tempo il Ministero delle Infrastrutture. Il Sindaco Pagani era stato Sindaco di Sillano dal 2000 al 2008, quando, nell’ultimo anno del suo mandato fu coinvolto nella brutta vicenda del direttore di gara Giampiero Brunelli che aveva di sua iniziativa tolto una variante e in quel punto un pilota ha avuto un incidente perdendo l’uso degli arti inferiori e denunciando tutti. Non si riesce a capire i motivi di tanto irrigidimento da parte del Sindaco. Il Presidente FMI Paolo Sesti è intervenuto personalmente telefonando al Sindaco per spiegargli che da alcuni anni è stata completamente rivista l’organizzazione delle gara con parametri che assicurano il massimo della sicurezza sia per i piloti che per il pubblico. Le gare in salita sono oggi ben organizzate, in crescita e rappresentano un settore importante nel mondo della velocità e sono un importante motore per muovere l’economia di alcuni paesi. Dal 2011, anno in cui il MC. Garfagnana rinunciò alla gara il Moto Club True Riders ha organizzato la Sillano Ospedaletto con grande soddisfazione e i soci sono sempre stati considerati dalla popolazione del paese dei benefattori con dimostrazioni di amicizia e di affetto che hanno spinto tutti ad impegnarsi sempre di più. Si consideri anche l’apporto economico che il MC. True Riders ha dato alla Proloco per aiutare il paese colpito a giugno 2013 da una forte scossa di terremoto e le migliaia di persone che salivano a Sillano da oltre 40 anni per assistere ad uno spettacolo eccezionale. L’unico aspetto positivo è che la società organizzatrice ha ricevuto molte tel. di MC. che hanno dei tratti di strada interessanti da visionare per le gare 2015 e Mauro Zecchi si sta muovendo per relazionare al Comitato Velocità sulla possibilità di fare nuove gare. Distinti saluti Moto Club True Riders”

 

 

(Foto: MC True Riders)

Con le parole chiave , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

2 reazioni a CIVS – Il sindaco dice no, salta la Sillano-Ospedaletto

  1. Mr Ballimoney ha scritto:

    …l’italietta dei piccoli interessi che prevale. Non importa facciamola da un’ altra parte dove siamo apprezzati e dove ci sia qualcuno in grado di recepire anche i vantaggi in termini economici e di immagine che un evento del genere può portare.

  2. Oreste ha scritto:

    Se le cose stanno in questo modo denunciate senza incertezze proprio questi politici mediocri e incapaci che si fanno le maggioranze con mille ignoranti hanno creato l’italietta…. per tutta la situazione in cui versa la Nostra Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.