Classic TT Lightweight Race, pioggia di record per Bruce Anstey

Dopo la gara Senior Classic TT di questa mattina vinta da Joshua Brookes su Paton, il programma di sabato 26 agosto scorre velocemente verso la seconda ed ultima gara di giornata, la Lightweight Race

IMG_4214-19

Bruce Anstey sulla Honda Padgett’s TZ250 (foto: LapConcepts)

Ma prima, un’ulteriore sessione di qualifica per il Manx GP, con i tre italiani che impressionano: Nicolò Capelli (Yamaha R6)
sfreccia a 115.750 mph, Francesco Curinga (Honda CBR600RR) a 114.700 mph e Matteo Bardelli a 100.2 mph con la ER6 Lightweight. Capelli, tuttavia, è stato costretto al ritiro durante il secondo giro per un problema alla sua Yamaha e non potrà prendere parte neppure alla seconda sessione di prove di questa sera.

E’ poi il turno delle prove Classic TT Superbike e Junior, e a seguire è Michael Dunlop ad intrattenere gli spettatori lungo il Mountain Course con un giro in sella alla storica Gilera 500, moto con cui Bob McIntyre ruppe il muro delle 100 miglia di media all’Isola di Man per la prima volta nella storia, nel 1957. Oggi Michael ha girato in 100.429 mph.

Segue quindi, alle ore 16.00, la Classic TT Lightweight Race: guardo la partenza dalla griglia e accanto a me Cameron Donald mi fa notare quanto sia innamorato del profumo di due tempi. Beh, chi non lo è?

E’ di nuovo Ian Lougher a dare il via alla gara sfrecciando per primo verso St.Ninian’s, Bray Hill, Ago’s Leap e Quarterbridge in sella alla Yamaha TZ250 Laylaw Racing; dietro al gallese una schiera di 250cc e 750cc bicilindriche. Già al rilevamento di Glen Helen si ha un assaggio di ciò che succederà: Bruce Anstey ha un vantaggio di 4 secondi sul mannese Dan Sayle (Yamaha TZ250 Steelcote), con Michael Dunlop al terzo posto sulla TZ250 Turner Racing. La Honda Padgett’s 250cc vola lungo i 60,7 km del bellissimo circuito mannese e al termine del primo passaggio si riscrive la storia: il “kiwi” fa segnare il nuovo record per la classe Lightweight al Classic TT, la più veloce 250cc sul Mountain, a 119.888 mph di media con partenza da fermo!

IMG_5968-20

Michael Rutter sulla Ducati Red Fox Grinta (foto: LapConcepts)

Nel frattempo prosegue la sfortuna di Michael Dunlop, costretto al ritiro in pit lane, come pure Shaun Anderson, Davy Morgan, Nigel Moore, tutti ritirati al primo giro. Anstey continua il suo ritmo forsennato, con Michael Rutter ora al terzo posto sulla Ducati del team belga Red Fox Grinta; seguono Lougher, Ivan Lintin e il manxman Dan Kneen. Al termine del secondo giro è tempo di pit stop per Anstey e la tribuna del Grandstand esplode in un applauso: è di nuovo record, 120.475 mph, addirittura rallentando per l’ingresso in pit lane! Il vantaggio di Bruce è ora di 51 secondi su Dan Sayle, storico passeggero sidecar per Klaus Klaffenbock e poi Tim Reeves, ma anche abilissimo pilota due tempi.Terza piazza provvisoria per Michael Rutter, poi Ian Lougher e Ivan Lintin.

Si segnalano anche i ritiri di James Cowton, Dan Kneen e Dan Hegarty, mentre Paul Owen riceve una penalità per eccesso di velocità in pit lane che mette a rischio la sua posizione nella top ten. Al terzo passaggio il vantaggio di Anstey è di 70 secondi su Rutter, poichè, colpo di scena, Dan Sayle è costretto purtroppo al ritiro a Glen Duff; Ian Lougher guadagna perciò la terza posizione attardato di 13 secondi , con Ivan Lintin al quarto posto e Dan Cooper al quinto.

IMG_7307-10

Da sinistra Ian Lougher, Bruce Anstey e Michael Rutter (foto: LapConcepts)

Quarto ed ultimo giro, Anstey continua la sua corsa “solitaria” sulla TZ250 Padgett’s Motorcycles con un vantaggio che a Ballaugh Bridge è di 82 secondi e sul traguardo lungo Glencrutchery Road arriva addirittura ad un minuto e 24 secondi. Una fantastica vittoria (la seconda) al Classic TT su Yamaha TZ250 Padgett’s, con tanto di record sul giro e record di gara (1h16’15”), battendo il precedente primato addirittura di un minuto e 14 secondi!

Secondo posto per Michael Rutter sulla Ducati 750cc Red Fox Grinta, mentre Ian Lougher completa il podio sulla TZ250 Laylaw Racing a 2 secondi da “the Blade”. Quarto l’inglese Ivan Lintin (Honda 250cc John Chapman Racing), quinto Phil Harvey (Honda 250cc CSC RAcing), sesto Daniel Cooper (Yamaha 250cc Roger Turner Racing), poi Paul Owen (Honda 250cc), Stuart Hall (Yamaha 250cc), Rikki McGovern (Honda 250cc) e Dan Stewart (Yamaha 250cc).

Qualche ora dopo, tuttavia, il team di Michael Rutter viene convocato al Race Office con una brutta notizia. Dopo i controlli di routine, è stata trovata un’irregolarità sulla Ducati Red Fox: serbatoio fuori misura, con conseguente squalifica dalla gara. Ian Lougher sale dunque al secondo posto, con il terzo occupato da Ivan Lintin.

 

Con le parole chiave , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a Classic TT Lightweight Race, pioggia di record per Bruce Anstey

  1. Luca ha scritto:

    Flying Kiwi strikes again!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.