Jamie Coward con Radcliffe’s Racing, l’erede di Chris Palmer

Il nome di Jamie Coward e dell’isola di Man si fanno sempre più uniti. Il pilota inglese firma un contratto di due anni con il Team Radcliffe’s Racing per le principali corse su strada della stagione 2017. 

IMG_3153c

Jamie Coward testa la BMW Radcliffe’s a Jurby (foto: Mark Falconer Fotos)

Il 25enne del West Yorkshire, muratore di professione, si era già distinto sul tracciato del Mountain Course a partire dal debutto al Manx Grand Prix nel 2010, con un quarto posto nella Newcomers Race A.

Nel 2013 arrivò l’esordio al TT, sempre da privatissimo, con un crescendo costante che lo ha portato a raggiungere diversi risultati nella top 20, tra cui un 7° posto nella Lightweight  e un 12° nella Supersport Race lo scorso anno. E un best lap a 126.54 mph di media, secondo miglior privato del Tourist Trophy 2016 dopo Dan Hegarty.

Ma la fama di Coward diventa ancor più vasta man mano che si scende verso il sud dell’isola di Man. Jamie, infatti, ha già accumulato svariate vittorie in carriera al Billown Circuit (dove si svolgono la Southern 100, il Pre-TT e il Post-TT). Una sorta di erede del local rider Chris Palmer, ormai ritiratosi dalle corse con 37 vittorie al Billown; e, proprio come Palmer, da quest’anno Coward avrà il supporto della squadra di Castletown Radcliffe’s Racing.

IMG_3177c

Coward con le moto Radcliffe’s Racing, una Honda CBR600RR e un BMW S1000RR Stock (foto: Mark Falconer Fotos)

Il team manager Chris Lennon fornirà a Jamie Coward una Honda CBR600RR ex-PTR ed una BMW S1000RR 2015 Superstock per affrontare non solo le gare al Billown Circuit, ma anche il Tourist Trophy, la North West 200, l’Ulster GP, i 4 meeting di Scarborough ed un inizio di stagione ad un round BSB.

Lo scorso sabato Jamie ha avuto il suo primissimo assaggio delle moto by Radcliffe’s proprio all’Isola di Man, con un test privato sul piccolo circuito di Jurby, nel nord dell’isola. Una giornata fantastica come ci riporta il “nostro inviato” Mark Falconer, con un sole splendente a sciogliere la neve ancora presente sullo Snaefell.

Un circuito mai visto prima, moto mai testate, prima volta in sella dopo il lungo inverno, ma Coward si è subito trovato perfettamente a suo agio con il 600cc. Dopo solo un paio di sessioni sulla Supersport ha preferito concentrarsi sulla Superstock, certamente più impegnativa e con la quale è stato necessario costruire un feeling maggiore. Dopo oltre 100 giri del Jurby Motodrom, Coward ed il Team Radcliffe’s si sono potuti ritenere soddisfatti di questo primo test. La domenica, in gara, Jamie ha messo a segno due secondi e due terzi posti, un ottimo allenamento sulle nuove moto per la prossima Scarborough Spring Cup.

 

Con le parole chiave , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

4 reazioni a Jamie Coward con Radcliffe’s Racing, l’erede di Chris Palmer

  1. www.falconerfotos.im ha scritto:

    Stupenda come sempre Marta!

  2. Enrico Lulli ha scritto:

    Grazie Marta and Thanks Mark per le notizie che ci riportate dall’isola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.