Coronavirus, cancellate tutte le National irlandesi ad eccezione di Skerries

Sembra di rivivere gli attimi dello scorso anno. E sono già passati 12 mesi, mesi in cui abbiamo nutrito speranze che, purtroppo, ora dobbiamo accantonare. Dopo la cancellazione del Tourist Trophy, di Kells e di Tandragee, l’organo di competenza (MCUI) annuncia l’annullamento di tutte le corse su strada irlandesi per il 2021. 

Niente Walderstown, niente Faugheen 50, niente Munster 100, niente East Coast Racing Festival (Killalane). Fa eccezione al momento solo la Skerries 100.

Sean Bissett, a capo del MCUI, ha dichiarato che la cancellazione previene sicuramente uno spreco di denaro molto probabile, nel caso in cui si proseguissero i preparativi e si fosse costretti ad un annullamento dell’ultimo minuto. E vale lo stesso per piloti e sponsor, che potrebbero così organizzarsi diversamente, senza attendere inutilmente.

Una situazione triste, che fa eco alla situazione ben più grave a livello mondiale dal punto di vista personale e lavorativo. C’è chi pensa che dopo questo periodo si potrà tornare con più entusiasmo ad un fiorente calendario road races e chi invece, forse più realisticamente, crede che sarà ancora più difficile crearne uno per via della quasi certa mancanza di sponsor.

Per ora in Irlanda resiste solo la Skerries 100, ma Bissett si dichiara tutt’altro che positivo in merito: “Solitamente stipuliamo un accordo assicurativo per tutte le gare irlandesi in blocco. Sarà molto difficile per Skerries ottenere una copertura assicurativa come evento singolo, sarà molto costoso”.

In Irlanda del Nord, invece, resistono al momento la North West 200, Armoy e Cookstown. Ma sarà solo questione di giorni prima di nuovi tristi annunci…?

Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.