Scarborough – Dominio totale di Dean Harrison alla Cock o’ the North

Ha partecipato a 9 gare e ne ha vinte 7. Nelle uniche due in cui non ha dominato si è ritirato. O la vittoria o niente: sabato 19 e domenica 20 luglio, Dean Harrison ha letteralmente monopolizzato il primo gradino del podio all’Oliver’s Mount di Scarborough, bella cittadina sulla costa est dell’Inghilterra, sede di una due giorni ricca di gare. 

Si è svolta sullo stradale della verde collina inglese l’annuale Cock o’ the North, uno dei tanti eventi che l’Oliver’s Mount ospita oltre alla più famosa Gold Cup di settembre e la Spring Cup di aprile. Due intensi giorni di road racing, con il nome del “Bradford Bullet” che ha prevalso su tutti, dopo la serie di vittorie ottenuta da “Deano” anche alla Southern 100. Ma il cognome Harrison ha primeggiato anche nella categoria Sidecar, dove il padre Conrad si è aggiudicato 3 gare su 4.

 

Sabato

Dopo le qualifiche del mattino, il via alle gare è stato posticipato di circa due ore per brevi piogge, ma soprattutto per un incidente occorso all’equipaggio sidecar Greg Lambert/Kenny Cole, trasportati in ospedale con sospette fratture. Quando il tratto di Farm Bends è stato finalmente ripulito dall’olio, la Senior Race ha preso il via sotto un tiepido sole inglese, con Dean Harrison (RC Express Kawasaki) in pole; ridotta da 8 a 6 giri per il ritardo, la prima gara delle 1000cc ha visto un dominio assoluto di Harrison, che ha man mano aumentato il proprio vantaggio sugli inseguitori fino al traguardo. Nulla hanno potuto gli iniziali attacchi di Daley Mathison, caduto poi al quarto giro; Harrison taglia il traguardo della prima gara con 12 secondi di vantaggio su Ivan Lintin (Honda Taylor Lindsay) e ben 34 su James Cowton (Honda).

Dean mette il suo secondo sigillo di giornata sulla successiva Supertwin Race, dove perde subito uno degli avversari più temibili, Ivan Lintin, che si ritira dopo il warm-up lap. La gara viene poi interrotta con bandiera rossa dopo un solo giro, a causa di un incidente tra Paul Gartland e Daniel Frear, entrambi senza conseguenze. Alla ripartenza, Harrison si libera in fretta del gruppetto formato da Craig Shirlaw, James Neesom e James Cowton, andando a vincere la sua seconda gara di giornata, questa volta in sella alla Kawasaki Er6 RC Express.

Nessuna speranza per gli avversari anche nella Junior Race, dove James Cowton guida la gara seguito da Daley Mathison e Dean Harrison, salvo poi doversi arrendere al terzo giro al giovanissimo inglese su Mar-Train Yamaha R6. Terzo trionfo per Harrison, e non è finita qui.

deanha

Dean Harrison (foto: Mick Lobley)

La seconda gara Supertwin segna il quarto successo di giornata per Dean, ma questa volta “the Bradford Bullet” deve strappare letteralmente la vittoria con i denti. Nonostante la pole, al via Harrison viene passato da un velocissimo Cowton, salvo poi riprendersi la testa della corsa alla fine del primo giro. Del gruppetto fa parte anche Ivan Lintin, specialista di categoria, che riesce a liberarsi di Cowton e tentare l’attacco a Harrison; al quarto passaggio Lintin si porta in testa ed inizia una gran bagarre con Harrison, mentre Cowton fatica a tenere il passo dei due. Alla bandiera a scacchi è di nuovo Harrison il vincitore, ma questa volta per soli 0.125 secondi su Ivan Lintin.

Le due Sidecar Race sono dominate da Harrison padre, che in coppia con Lee Patterson regola Ian e Carl Bell in gara 1 (a +11.6 secondi) e l’equipaggio Lindley/Bell in gara due (a +16.6). La Senior Race B è invece vinta da Gareth Keys, mentre Craig Shirlaw si aggiudica la Junior Race B.

 

Domenica

L’Oliver’s Mount accoglie per il secondo giorno di fila una gran folla di appassionati sotto ad un cielo limpido che promette una fantastica giornata di gare. La prima a partire è la Senior Race 2, dopo la mattinata di prove. Senza nessuna sorpresa, è Dean Harrison il dominatore degli 8 giri del bellissimo tracciato inglese, ultimo baluardo (per il momento) delle corse su strada in Inghilterra. “Deano” distacca Ivan Lintin (Honda Taylor Lindsay) di ben 16 secondi, mentre terzo classificato è Lee Johnston (Honda East Coast Racing) a 25 secondi.

E’ la Supertwin Race 3 che riserva invece una sorpresa sul risultato: dopo un’iniziale bagarre tra Harrison, Cowton e Lintin, Dean è protagonista di una caduta al Memorial, fortunatamente senza conseguenze per lui. La cavalcata solitaria di Lintin si conclude a 18 secondi su Cowton alla bandiera a scacchi, un Cowton sempre protagonista nelle prime fasi di gara, salvo poi “perdersi” sul finale. Terzo Craig Shirlaw.

La Junior Race 2 è nuovamente dominio di Harrison, seguito a distanza da James Cowton, costretto a guardarsi le spalle da un ottimo Daniel Frear. La successiva Supertwin Race 4 vede invece un colpo di scena, con Dean Harrison che si ritira dopo il warm-up lap: via libera per gli avversari, con Ivan Lintin che attende il terzo giro per sferrare l’attacco su James Cowton, come sempre scattato molto bene al via. Lintin passa in testa e va a vincere senza difficoltà la gara delle bicilindriche davanti a Cowton e Daniel Frear.

daley

Daley Mathison al Jefferies’ Jump (foto: Mick Lobley)

 

Gran spettacolo con i Sidecar, sempre magnifici qui a Scarborough, con Harrison/Patterson che si aggiudicano la vittoria nella loro prima gara di giornata per soli 0.051 secondi su padre e figlio Ian e Carl Bell. Gara due è invece dominio dei Bell, anche grazie al ritiro di Conrad Harrison e Lee Patterson dopo il warm-up lap. A Paul Gartland va invece la Senior Race B e a Craig Shirlaw la Junior Race B.

Si arriva poi al Grand Final, la Cock o’ the North Feature Race: in “pista” ancora una volta le Superbike, per 8 giri dell’Oliver’s Mount. Ivan Lintin scatta dalla pole, ma è il solito Dean Harrison a prendersi la testa della corsa, tallonato da Johnston e Lintin. Mentre Dean accresce il proprio vantaggio giro dopo giro, è bagarre tra il “piccolo” nordirlandese e il biondissimo inglese: al traguardo è Ivan Lintin dietro a Harrison, terzo Lee Johnston, mentre James Cowton è protagonista di un innocuo high-side.

Bottino quasi totale quindi per Dean Harrison: sarà interessante vedere il testa a testa tra lui e Guy Martin, indiscusso (finora) re di Scarborough, alla Gold Cup di settembre!

 

Classifiche complete Cock o’ the North

 

(Foto: Mick Lobley)

Con le parole chiave , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

2 reazioni a Scarborough – Dominio totale di Dean Harrison alla Cock o’ the North

  1. marco grasso ha scritto:

    Week end da ricordare per la famiglia Harrison…! Bravissimo Dean e bravo anche papà Conrad.

  2. Oreste ha scritto:

    Queste sono storie di Motociclismo vissute realmente con gli Harrison come Dunlop, Jeffries.
    Bellissima la foto!

    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.