TT 2016 – Svelati i numeri di gara, John McGuinness n.1 e tre italiani al via

Mancano esattamente 59 giorni all’edizione 2016 del Tourist Trophy e i piloti che nei mesi scorsi hanno richiesto l’iscrizione alle gare hanno ricevuto l’attesissima conferma o, sfortunatamente, l’esclusione.

1

(foto: Denis Pian)

Partiamo dalle notizie di “casa nostra”: come già detto in un precedente articolo, quest’anno al TT l’Italia avrà ben 3 rappresentanti, evento che non capitava da molto tempo. I nostri portabandiera saranno come sempre Stefano Bonetti (Kawasaki Team RocknRoad Racing, al suo undicesimo TT in carriera, italiano più veloce nella storia all’Isola di Man con un best lap in 125.2 mph di media), Marco Pagani (BMW Team Franciacorta Corse by RMS, al suo secondo Tourist Trophy, miglior esordiente italiano di sempre all’Isola di Man con un miglior giro in 121.5 mph di media) e Alex Polita (BMW – Team TBA -, al suo primissimo assaggio del Mountain Course, newcomer benvoluto dagli organizzatori del TT). Tutti e tre gli italiani parteciperanno alle categorie 1000cc: Superbike, Superstock, Senior TT. Stefano Bonetti partirà con il numero 30 sul cupolino, posizione consolidata ormai nel tempo dal “Bonny”. A Marco Pagani è stato invece assegnato il numero 83, mentre Alex Polita avrà il 91 (e 90 per la Superstock).

Ma veniamo ai primi 20 numeri, assegnati ai top riders, i piloti più veloci. In questo caso il singolo pilota può esprimere una preferenza sul numero di partenza, che corrisponderà alla posizione in griglia anche dopo le qualifiche. Diverso è il caso dei numeri dal 21 in su, fissi sul cupolino delle moto ma che dopo le prove possono non corrispndere alla posizione di partenza; ad esempio, se il pilota con il numerpo 50 fa segnare il 25° tempo in qualifica, partirà dalla venticinquesima posizione ma con il suo numero 50 sul cupolino.

Per il Tourist Trophy 2016 il primo a ricevere la famosa “pacca sulla spalla” dal “ministro” alla partenza sarà il 23 volte vincitore al TT John McGuinness (Honda Racing), detentore anche del record di velocità sul Mountain fatto segnare lo scorso anno a 132.701 mph di media. Dieci secondi dopo McPint, a sorpresa, ci sarà il “kiwi” Bruce Anstey (Honda Padgett’s), abbonato per anni al numero 5 ma ora diretto inseguitore del n.1 McGuinness.

Arretra di una posizione James Hillier (Quattro Plant Kawasaki), velocissimo pilota inglese che nel 2013 aveva espressamente richiesto di partire con il n.1 davanti a McGuinness, per essere certamente superato dal “Morecambe Missile” e poterlo seguire imparando traiettorie e trucchi del mestiere. Una tattica che ha funzionato alla grande.

Numero 4 invece per Ian Hutchinson, neo acquisto Tyco BMW e vincitore di ben 3 TT lo scorso anno, segnando un clamoroso ritorno alla gloria dopo il brutto incidente del 2010 (e le 5 vittorie su 5 gare disputate al TT di quell’anno). Hutchy sarà davvero un osso duro con la S1000RR del team nordirlandese.

Dieci secondi dopo il “Bingley Bullet” scatterà Peter Hickman, vera rivelazione nel mondo road racing, best newcomer di sempre al TT, alla North West e all’Ulster e vincitore del Macau GP 2015. Con la Kawasaki JG Speedfit, “Hicky” sarà direttamente a ridosso dei primi.

Sesto posto in griglia per il mastino Michael Dunlop, tornato a BMW con Buildbase dopo il contrasto dello scorso anno con Milwaukee Yamaha. Il giovanissimo figlio di Robert Dunlop sarà tra i favoriti per questo TT, con già 11 vittorie in tasca a soli 28 anni. Numero 7 per Gary Johnson, che dopo un assaggio della BMW Penz13.com allo scorso Macau GP, firma per la squadra di Rico Penzkofer anche per il Tourist Trophy 2016.

Numero 8 sul cupolino per William Dunlop, che si presenta al via con il privatissimo team CD/IC Racing (dei suoi sostenitori Chris Dowd e Ivan Curran) su Yamaha. Dieci secondi dopo il fratello maggiore di Michael scatta il veterano Michael Rutter su BMW SMT sponsorizzata dal fedele birrificio Bathams. Segue il mannese Conor Cummins, abbonato al numero 10 sulle carene della sua Honda Racing.

Undicesimo posto per l’australiano Cameron Donald, ma, sorpresa sorpresa, “Cam” non sarà in sella alla Norton come annunciato precedentemente, ma si aspetta a breve l’ufficialità del suo fantastico ritorno con Wilson Craig Racing. Dodicesimo è il giovane talento Dean Harrison, quest’anno su Kawasaki Silicone Engineering (l’ex team del ritirato Russ Mountford); alle sue spalle l’amico Lee Johnston su BMW East Coast Racing, poi il manxman Dan Kneen, una scommessa sulla Yamaha Mar-Train (alquanto problematica lo scorso anno con “Deano”). Numero 15 per l’australiano David Johnson su Norton, poi il veterano Ryan Farquhar attesissimo su Tyco BMW.

Numero 17 per Dan Stewart (Honda Wilcock Consulting), 18 Martin Jessopp (BMW Riders Motorcycles), 19 Steve Mercer (Honda Jackson Racing), 20 Ivan Lintin (Kawasaki RC Express).

I newcomers al TT 2016 saranno 8, a partire dal nostro Alex Polita, poi Ben Wilson, Victor Cox e Michael Booth dal BSB, Seamus Elliott, Jochem van den Hoek, Andre Pires e Forest Dunn.

Fanno invece il grande passo dal Manx al TT due talenti stellari quali Billy Redmayne  e Malachi Mitchell-Thomas.

 

 

Con le parole chiave , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

5 reazioni a TT 2016 – Svelati i numeri di gara, John McGuinness n.1 e tre italiani al via

  1. Nicola ha scritto:

    Sempre precisissima ! Brava Marta

  2. davide ha scritto:

    Ciao Marta, ma W.Dunlop corre con la yamaha? in ss ma in sbk e stk? con r1 forse? scusa ma leggendo mi è venuto sto dubbio

    • Marta Covioli ha scritto:

      Ciao Davide, William dovrebbe avere Yamaha R6 e R1 Superbike CD Racing, mentre come Superstock Una Kawasaki Zx-10R MSS. Nell’articolo ho indicato solo Yamaha perchè si parla sostanzialmente dei numeri per il Senior/Superbike.

  3. davide ha scritto:

    Grazie
    ..na bella sfida con la Yamaha… R1…. per William …

    ciao a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.