TT 2014 – Niente ritiro, Cameron Donald firma con Norton

Le iscrizioni al Tourist Trophy 2014 sono orma chiuse e i nomi dei top riders già rivelati: tra questi spiccava l’assenza del bravissimo australiano Cameron Donald, già dato per ritirato dal mondo delle road races. Ce lo confermò allo scorso Ulster GP proprio il suo ex team manager Wilson Craig, mentre si parlava di una sua presenza solo al Classic TT di agosto. 

La compagna incinta, i lunghi viaggi dall’Australia e i numerosi impegni in patria sembravano aver pesato sulla decisione di Cam di appendere il casco al chiodo. Ma, sorpresa sorpresa, la casa motociclistica inglese Norton annuncia oggi l’ingaggio del suo pilota per il Tourist Trophy 2014, il cui nome risponde proprio a quello di Cameron Donald! Una nuova sfida per l’australiano, che affronterà con Norton Factory le gare Senior e Superbike all’Isola di Man, dopo aver lasciato al giovane Jamie Hamilton la sua sella al team Wilson Craig.

Norton punta in alto, ai successi del passato, e lo fa con un nome di assoluto rispetto: Donald, avvicinatosi alle corse su strada piuttosto tardi, incarna alla perfezione quella filosofia che ha tanto affascinato gli amanti delle road races: “veni, vidi, vici”. Cameron è arrivato dall’Australia da perfetto sconosciuto e ha subito conquistato tutti con la sua guida e i suoi risultati.

Classe 1977, australiano di Warrandyte, fu best newcomer al TT 2005, mentre l’anno successivo venne ingaggiato dal signor Wilson Craig nel Team Uel Duncan/Robinson Concrete, sorprendendo con una serie di vittorie nelle Nationals. La squadra passò poi sotto le insegne di Wilson Craig Racing, mentre Donald firmò con Suzuki Relentless; nel 2008 vinse ben due Tourist Trophy (Superbike e Superstock) e conquistò due podi alla North West 200. Nel 2011 Cameron tornò con Wilson Craig Honda e ci rimase fino al termine della stagione 2013, sfiorando ancora più volte il trionfo al TT e disputando nel frattempo anche alcune tappe del Mondiale Endurance con il Team Honda TT Legends.

Ora Donald accetta una nuova sfida, partecipando al suo decimo Tourist Trophy con la

Cameron Donald sulla 500 Manx Norton al New Zealand Classic

Cameron Donald sulla 500 Manx Norton al New Zealand Classic

prestigiosa casa inglese. Fondata nel 1898, Norton Motorcycles ha una storia indubbiamente legata a quella del Tourist Trophy. Presente sin dalla prima edizione del 1907, la Norton vanta una lunga serie di vittorie all’Isola di Man. Ben 43 i trionfi sul Mountain, tra cui quelli con Phil Read, Mike Hailwood e Steve Hislop. La vittoria di “Hizzy” nel 1992 (con la Norton NRS 588) passò alla storia come la gara più spettacolare di sempre al Tourist Trophy, con un’epica battaglia tra Hislop e Fogarty. Robert Dunlop portò invece la casa britannica sul gradino più alto del podio alla North West 200 e all’Ulster GP.

Ben 17 anni dopo la vittoria di Hizzy, la Norton tornò al TT con Michael Dunlop, non riuscendo però a qualificarsi a causa di un guasto durante le prove. Il team ci riprovò nel 2012 ingaggiando il pilota inglese Ian Mackman in sella alla SG1 motorizzata Aprilia. L’anno seguente Mackman fece segnare la miglior prestazione della “nuova” Norton, con un best lap alla media di 122 mph ed un 18° posto nella Superbike, mentre il compagno Dan Hegarty ottenne un 36° posto.

Il 2014 sembra essere l’anno della riscossa per Norton: un team capeggiato nientemeno che da Mick Grant (7 volte vincitore al TT ed ex pilota Norton) ed un tester d’eccezione che risponde al nome di Steve Plater. Il due volte vincitore al Tourist Trophy ha testato recentemente la quattro cilindri britannica, prima a Bruntingthorpe e recentemente a Cadwell Park. Plater ha comparato la vecchia SG1 con la SG2, che monta telaio Spondon, elettronica Cosworth e motore della RSV4. Il lavoro da fare è ancora molto, ha dichiarato Plater, ma la moto ha una potenza tale da poter puntare al podio. Proprio come una volta.

Alla guida della Norton SG2 ci sarà quindi Cameron Donald, anche se inizialmente la Casa aveva chiesto proprio a Steve Plater di essere il proprio pilota per il Tourist Trophy 2014. Niente da fare: il fisico (e la moglie!) di Plater hanno detto no. Steve continuerà con il lavoro di sviluppo. Cameron ha firmato con Norton un contratto di ben tre anni, che prevede anche un lavoro di sviluppo di altri modelli della casa, in particolare per il mercato australiano. Parteciperà alla Pokerstar Senior Race e Dainese Superbike Race con il numero 19, quello che aveva Steve Hislop nell’anno della sua gloriosa vittoria.

 

 

(Foto: accessnorton.com)

Con le parole chiave , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

2 reazioni a TT 2014 – Niente ritiro, Cameron Donald firma con Norton

  1. marco grasso ha scritto:

    Grande notizia!!!!

  2. Oreste ha scritto:

    Si certo la notizia è bella,la Norton con Plater deve trovare il modo di scaricare a terra la fluidità del motore V4 e secondo me irrobustire il forcellone nella parte inferiore per avere più motricità potrebbe essere uno dei vantaggi per la moto.

    Un saluto a Marta. Ti ricordo che l’adesivo regalato rr core è sulla mia tuta, vi ho cercato al moto days.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.